Votiamo Andrea!

Votiamo Andrea Bartemucci

Aiutiamo il Nostro Socio, Andrea Bartemucci, ad essere eletto
"Aretino dell'Anno - 2018".

Bastano pochi secondi ed un CLICK QUI, se lo è meritato Tutto!

VOTIAMOLO!
(Le votazioni si concluderanno alle ore 12:00 del 26/12/2018)


Il 2018 di Andrea

Tra le tante imprese, in questo 2018, Andrea, ne ha compiuta una assolutamente storica: in una delle gare più massacranti del mondo, la “Race Across Italy“, competizione di UltraCycling, ciclismo che si corre su distanze estreme con dislivelli elevatissimi nel percorso, Andrea ha concluso i 775 km complessivi della gara, valevole come prima prova del campionato nazionale UltraCycling, superando ben 10000 m (10 Km!) di dislivello.
Il percorso prevedeva partenza e arrivo a Silvi (località sul Mar Adriatico, in provincia di Teramo) e attraversava tutto il centro Italia, Lazio e Abruzzi, giungendo a circa metà del suo percorso anche sul litorale tirrenico. 

Altra grande soddisfazione riguarda l’ingresso nella “Everesting Hall of Fame”, una sorta di albo d’oro di tutti coloro che riescono a “scalare l’Everest”, cioè a compiere in sella alla propria bici un percorso che sale complessivamente per 8.848 metri. Andrea Bartemucci ha scelto il Monte Petrano, che ha ripetuto per ben 11 volte fino a raggiungere il dislivello richiesto, corrispondente all’altezza della montagna più alta del mondo.
Il tempo totale impiegato dal cortonese, 13 ore e 23 minuti, è il migliore per la “Everesting” in Italia ed è il 60° tempo a livello mondiale.

Andrea ha poi partecipato alla “Dolomitcs24”, una gara valevole per il campionato italiano di Endurance: si resta in sella per 24 ore ripetendo in continua sequenza le salite del Passo Lavazé e del Passo Pampeago in un circuito ad anello con uno sviluppo di 29,1 km con un dislivello positivo pari a 1.290 m per ogni giro. Andrea ha concluso al quinto posto assoluto e quarto di categoria.

Andrea ha poi conquistato, il terzo posto assoluto nella UltraCycling Dolomitica, gara che si può tranquillamente definire come “la Cronometro più dura del mondo”, che lo ha proiettato in cima alla classifica del campionato nazionale; tutto questo nonostante abbia saltato una delle 3 prove svolte finora.
La “Dolomitica” prevedeva un percorso di 680 Km, con un dislivello totale di 16mila metri: ciò significa scalare per ben due volte il Monte Everest. Bartemucci ha così “raddoppiato” una delle sue imprese recenti che gli ha garantito l’ingresso nella prestigiosa Everesting Hall of Fame.

L’Adriatic Marathon, infine, era l’ennesimo atto di un campionato nazionale che il nostro Bartemucci s’è guadagnato con tante fatiche.
La gara partiva da Pescara e scendeva a Sud; raggiunto il punto estremo del “tacco d’Italia” si risaliva poi fino a tornare al punto di partenza. In totale 1200 Km, per nulla facili e pianeggianti come si potrebbe immaginare, visto che il percorso misurava oltre 5mila metri di dislivello complessivo.

I più grandi complimenti da Tutto il Direttivo delo JC Valdichiana Cortonese!

Questo sito Web utilizza cookie a fini di semplice visualizzazione dei contenuti e non a fini commerciali.